Orari Segreterie
DA OTTOBRE LA NUOVA EDIZIONE DELLA FASTER CUP DI TENNIS
26 Ottobre 2020

Per i tesserati CSI un’altra opportunità di gioco e divertimento …questa volta con il TENNIS…scarica il volantino

 
Save Sport
23 Ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro della Salute, Roberto Speranza, hanno firmato il DPCM del 18 ottobre 2020 (in allegato) con le nuove misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19. Le disposizioni contenute nel Decreto, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, saranno efficaci fino al 13 novembre 2020. Di seguito, in sintesi, la parte del decreto relativa all’ambito sportivo: e) sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali.”g) L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale.
L’individuazione degli sport di contatto, demandata al Ministero dello Sport, è contenuta nel decreto ministeriale del 13.10.2020 che indica in un’apposita tabella 130 sport con le relative discipline sportive (in allegato). Per chi pratica uno sport di contatto, come ad esempio il basket, il calcio o la pallavolo, nell’ambito di una società sportiva CSI, sarà possibile continuare ad allenarsi a livello individuale e fare allenamenti con i compagni di squadra evitando però il contatto.
COSA POSSONO FARE LE SOCIETÀ CSI?
A riguardo il CSI aveva già brevettato il progetto Safe Sport® che torna oggi come strumento attuale ed efficace in questa specifica circostanza.ACCEDI A SAFE SPORT
Grazie alla collaborazione scientifica con la Sezione Igiene del Dipartimento Scienze della Vita e Sanità Pubblica della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e con lo staff di J MedicalSafe Sport® è infatti un progetto specifico di varie attività motorie ad integrazione delle varie linee guida e dei protocolli disciplinari, che promuove una proposta sportiva e di allenamento per tutti, accessibile, divertente, e consentita.
Proseguono senza limitazioni, invece, le discipline individuali come ad esempio atletica, nuoto, sci, ginnastica, ciclismo, tennistavolo, ecc.
MATERIALI GRAFICI
 Il Centro Sportivo Italiano ha predisposto del materiale grafico pensato per essere stampato ed utilizzato all’interno del tuo impianto sportivo o della tua società sportiva.
FORMAZIONE
Visto l’altissimo numero di richieste le iscrizioni al corso “Linee guida per la ripresa dell’attività sportiva post-codiv19” che conferisce la qualifica di “Operatore sportivo safe-sport” sono state riaperte fino all’11 novembre. Il corso, della durata di 5 ore, è fruibile direttamente in modalità e-learning attraverso la piattaforma CSI Academy.INFO & ISCRIZIONIRicevi questa mail perché fai parte del circuito CSI e/o Safe Sport.

 
…A PROPOSITO DEL DCPM DEL 18 OTTOBRE 2020…
22 Ottobre 2020

..A PROPOSITO DEL DCPM DEL 18 OTTOBRE 2020…Il DPCM del 18 ottobre ha implicato una sospensione di gran parte delle attività sportive. 
Con responsabilità abbiamo chiesto a tutti di pazientare ancora qualche giorno per avere conferme e approfondimenti in merito 
In effetti, il DPCM ammette la possibilità di svolgere gli eventi e le competizioni
riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o
regionale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dal Comitato Italiano
Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva…
In questo ambito rientrano pienamente i campionati nazionali del CSI, con le relative fasi territoriali e su questo non c’è alcun dubbio.
Il Presidente Nazionale del CSI a tal proposito ha inviato all’ Ufficio Sport del Ministero una lettera per avere chiarimenti sulla migliore interpretazione
del decreto. Per tale motivo, è stato chiesto a  tutti i Comitati Territoriali di sospendere ogni attività e decisione fino al giorno 23 ottobre, in attesa di una risposta ufficiale dal Ministero. Il Presidente Nazionale inoltre scrive “…Qualora questa non arrivasse, allora, si valute insieme come agire e eventualmente, reagire, dando il via alla prosecuzione dei campionati nazionali.
Noi abbiamo a cuore la salute pubblica; però, quando leggiamo che si può
frequentare una sala bingo, ma non un campo di calcio, iniziamo ad avere qualche preoccupazione che alla fine, ad essere dimenticati, siano i più fragili, i giovani sportivi e le giovani atlete, i dirigenti di base e gli allenatori appassionati, per logiche a cui nemmeno vogliamo pensare.
Come Presidente di questa Associazione, grande e con una storia autentica di

promozione sportiva, pertanto, desidero confermare il massimo impegno perché lo sport di base possa essere ascoltato; nello stesso tempo, assicuro che, a nome del CSI, sto provando tutte le strade – ministeriali e regionali – affinché si trovi il modo di continuare …. Dobbiamo essere sempre responsabili, far sentire la nostra voce, ma rispettosi e attenti alla applicazione delle regole.
Approfitto per lanciare un messaggio di coraggio a tutti. La partita è la più
difficile che abbiamo mai affrontato. Sono sempre stato sui campi, ho organizzato e mi sono “sporcato le mani”; conosco le fatiche sui territori. E, proprio per questo, sono certo che saremo noi, tutti insieme, a vincere la partita.”

 
03 Ottobre 2020

È morto nella tarda notte di giovedì 1 ottobre 2020 don Fiorenzo Lana, per molti anni assistente ecclesiastico dell’Azione Cattolica e del Movimento Lavoratori dell’AC e presidente dell’Opera diocesana per la gioventù, nostro massimo riferimento per gli impianti sportivi gestiti dal CSI torinese per volere del Canonico Bosso. Don Fiorenzo negli ultimi 17 anni è stato che collaboratore parrocchiale  presso la Parrocchia Sacro Cuore di Gesù in Torino.

Il funerale presieduto dall’ Arcivescovo sarà celebrato lunedì 5 ottobre 2020 alle 9 nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù (via Nizza angolo via Brugnone), .

La grande famiglia del CSI torinese è invitata a unirsi nella preghiera di fraterno suffragio

 
L’educazione fisica a scuola post-Covid19 Corsi di formazione per insegnanti e per operatori CSI
24 Settembre 2020

Nell’ambito del progetto Safe Sport® School il Centro Sportivo Italiano, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e J Medical, organizza dei corsi formativi sul tema “L’educazione fisica a scuola post-Covid19”. Safe Sport School è uno strumento tecnico di supporto all’attività dei docenti di educazione fisica e motoria. Si propone come inizio di un’azione collaborativa che consenta al personale tecnico di districarsi in maniera rapida e corretta nel labirinto delle normative, dei regolamenti e dei protocolli di sicurezza, pur mantenendo vivo il valore ludico e socializzante dello sport scolastico. I corsi, della durata totale di 6 ore, saranno disponibili sulla piattaforma e-learning “CSI Academy” a partire dal 21 settembre 2020.

info al link dedicato:https://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4495

 
Sport e Periferie 2020, la scadenza slitta al 30 ottobre
24 Settembre 2020

Slitta al prossimo 30 ottobre il termine per la presentazione delle domande al Bando Sport e Periferie 2020 che mira alla riqualificazione degli impianti sportivi con una dotazione di 140 milioni di euro.

Il Dipartimento per lo Sport, infatti, con Determina del 18 settembre 2020, ha prorogato di un mese la scadenza del Bando, accogliendo la richiesta di ANCI.

Bando Sport e Periferie: nuova scadenza il 30 ottobre

Con la proroga, il nuovo termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 10.00 del 30 ottobre 2020 (in precedenza era al 30 settembre). La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata attraverso il sito https://bando2020.sporteperiferie.it/,

In questo modo sarà possibile favorire una maggiore partecipazione degli interessati alla selezione.

 
L’educazione fisica a scuola post Covid19 Corsi di formazione per insegnanti e per operatori CSI
16 Settembre 2020

Nell’ambito del progetto Safe Sport® School il Centro Sportivo Italiano, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e J Medical, organizza dei corsi formativi sul tema “L’educazione fisica a scuola post-Covid19”.

Safe Sport School è uno strumento tecnico di supporto all’attività dei docenti di educazione fisica e motoria. Si propone come inizio di un’azione collaborativa che consenta al personale tecnico di districarsi in maniera rapida e corretta nel labirinto delle normative, dei regolamenti e dei protocolli di sicurezza, pur mantenendo vivo il valore ludico e socializzante dello sport scolastico.

I corsi, della durata totale di 6 ore, saranno disponibili sulla piattaforma e-learning “CSI Academy” a partire dal 21 settembre 2020.

Link area dedicata:

https://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4495
 
Operatore Sportivo Safe-Sport: corsi di aggiornamento Covid Operatore Sportivo Safe-Sport: corsi di aggiornamento Covid
04 Settembre 2020

Nell’ambito del progetto Safe Sport® il Centro Sportivo Italiano, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e

 J Medical, organizza dei corsi di aggiornamento Covid per Operatori Sportivi Safe-Sport.

I corsi, on-demand sulla piattaforma CSI Academy, saranno disponibili dal 24 agosto al 24 settembre 2020.

Ci si può iscrivere, a partire dall’11 agosto, seguendo le indicazioni riportate nell’allegato.

 
DAL 18/07/2020 sono AUTORIZZATI GLI SPORT DI CONTATTO nel rigoroso rispetto della scheda allegata
17 Luglio 2020

 
Fase 2 – Lo sport riparte: siamo sicuri? Vademecum sulle normative e le linee guida del rilancio
16 Luglio 2020

TUTTE LE INFO UTILI PER LE SOCIETA’ SPORTIVE

https://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4446

 
Palestre scolastiche, le Linee guida garantiscono l’utilizzo alle società sportive
14 Luglio 2020

Scarica al link: https://www.miur.gov.it/web/guest/-/palestre-scolastiche-le-linee-guida-garantiscono-l-utilizzo-alle-societa-sportive

 
Contributi a fondo perduto per Asd e Ssd
18 Giugno 2020

per completare la domanda di contributi a fondo perduto erogati dallo Stato e compilabile da lunedi prossimo. Per scaricarla e’ sufficiente che la societa’ acceda alla propria area TOL con le credenziali in proprio possesso e trovera’ come primo box in alto quello da cui scaricare la dichiarazione in formato PDF.
La dichiarazione e’ personalizzata e compilata di automatico con i dati rilevati dalla piattaforma Tacsi alla data di scaricamento.

Contributi a fondo perduto per Asd e Ssd

Da lunedì 15 giugno, le domande da ASD e SSD per accedervi attraverso una piattaforma web. Previste due finestre.

 Da lunedì 15 giugno, sarà possibile inoltrare le domande per la richiesta del contributo a fondo perduto per Asd/Ssd, la misura economica  inserita nel Decreto Rilancio. Per fronteggiare la crisi economica verrà distribuita fra tutte le Asd/Ssd iscritte al Registro Coni che ne faranno richiesta, in possesso dei seguenti pre-requisiti obbligatori (vedi criteri per l’accesso).

In una prima finestra, da lunedi 15 giugno 2020 (ore 12) sino alle ore 20 del 21 giugno, il contributo sarà messo a disposizione delle Asd/Ssd che conducono in locazione un impianto sportivo (pubblico o privato) mediante contratto regolarmente registrato presso Agenzia delle Entrate.

Nella settimana successiva, da lunedi 22 giugno 2020 (ore 12) sino alle ore 20 del 28 giugno, verrà data la possibilità di richiedere il contributo alle ASD/SSD non titolari di contratto di locazione. Si dovranno fornire una serie di dati fra cui numero di tesserati, codice attività sportiva svolta, ecc.

Le risorse disponibili ammontano ad oltre 50 milioni di euro e si aggiungono alle risorse messe a disposizione del mondo sportivo di base in seguito al protocollo d’intesa siglato tra l’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, il Comitato Italiano Paralimpico e la società Sport e Salute SpA e che prevede ulteriori 22 milioni di euro. 

Pubblichiamo inoltre l’allegato 1 del citato decreto, contenente i «Criteri per l’accesso ai finanziamenti a fondo perduto per associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche». 

La presentazione delle domande di accesso alla misura saranno possibili attraverso una piattaforma web il cui indirizzo verrà pubblicato sul sito dell’Ufficio per lo sport del Governo in data 15 giugno 2020.

I criteri di accesso alle due sessioni sono indicate nelle Linee Guida allegate al Decreto dell’Ufficio per lo Sport.

 
Le linee guida per i centri estivi in Piemonte
02 Giugno 2020

Come annunciato, la Giunta regionale ha approvato la delibera sulla nuova disciplina per la programmazione e la gestione in sicurezza delle attività dei centri estivi.

“Con il confronto avvenuto nei giorni scorsi con le autonomie locali, gli enti religiosi, il Terzo settore, il mondo cooperativo e le scuole paritarie – ha affermato l’assessore alle Politiche sociali, Chiara Caucino – si è potuta effettuare la necessaria condivisione sulle misure formalizzate. In questo modo rispondiamo alle legittime richieste di Comuni, operatori, famiglie, bambini e ragazzi. Il decreto del Governo stabilisce che non si possa iniziare prima del 15 giugno, ma noi cercheremo di anticipare questa data quanto più possibile”.

Le linee guida che disciplinano il funzionamento del servizio sono divise in tre parti: la prima è dedicata alle indicazioni operative, la seconda alle fattorie didattiche, l’ultima agli accordi di gemellaggio che permetteranno all’organizzatore titolare dei singoli centri estivi di avvalersi dei volontari del Servizio civile universale in affiancamento agli educatori e agli operatori.

Destinatari del servizio sono i bambini e i ragazzi fra i 3 e i 17 anni. Per la collocazione nel gruppo, farà fede l’età alla data dell’avvio delle attività. Per la fascia 0-3 anni, invece, ad oggi tutte le attività educative sono sospese per effetto del Dpcm del 16 maggio scorso. “È nostro intendimento – puntualizza Caucino – consentire lo svolgimento delle attività in ogni struttura, immobile o area che disponga dei requisiti di agibilità ai sensi del Dpr n.380/2001, la cui sussistenza dovrà essere dichiarata nella Scia secondo un modello che sarà predisposto dagli uffici regionali. La capacità ricettiva, in linea generale, non potrà superare i 100 posti. Ove la struttura consenta la gestione di numeri maggiori, sarà possibile realizzare più moduli da 100. Cosa molto importante è che deve essere sempre possibile identificare una ‘zona filtro’ per operatori e utenti, per il triage e le operazioni di vestizione e svestizione. Per quanto attiene al personale si dovrà prevedere un coordinatore di età non inferiore a 18 anni con esperienza triennale documentata, operatori maggiorenni e personale ausiliario adeguato alle esigenze; in via complementare, potranno essere coinvolti in affiancamento volontari, anche del Servizio civile, e adolescenti di 16-17 anni opportunamente formati”.

Nella rete sono state inserite anche le fattorie didattiche. Decisione che per l’assessore all’Agricoltura, Marco Protopapa, “riconosce il ruolo delle nostre aziende agricole anche nella capacità di offrire percorsi educativi ai bambini ma anche a ragazzi, adulti, anziani e alle persone più fragili. Inoltre, in situazione di emergenza sanitaria la fattoria didattica risulta essere un contesto ottimale per le attività che si svolgono all’aperto, nella riduzione dei rischi da contagio. Offriamo alle famiglie un’ulteriore possibilità di scelta nelle attività formative per i loro bambini e al tempo stesso avviciniamo i più giovani alla realtà del nostro mondo agricolo”.

scarica:

https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2020-05/linee_guida_centri_estivi.pdf
 
Protocollo Applicativo CSI
26 Maggio 2020
 
MUTUI LIQUIDITA’ per ASD e SSD
18 Maggio 2020

Le ASD e le SSD, iscritte al Registro CONI o alla Sezione parallela CIP e regolarmente affiliate agli Enti di Promozione Sportiva da almeno 1 anno, potranno quindi accedere direttamente dall’home page del sito www.creditosportivo.it a una sezione dedicata alle misure di sostegno collegate all’emergenza epidemiologica COVID-19 e compilare il modulo online. I finanziamenti, come già anticipato, sono a tasso zero e senza garanzie della durata massima di 6 anni, da un importo minimo di 3 mila euro a un massimo di 25 mila euro e comunque in misura non superiore al 25% dell’ammontare dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio o rendiconto approvato. Tra i documenti richiesti è prevista la lettera di attestazione da parte dell’Ente di Promozione Sportiva che l’ASD o l’SSD è affiliata da almeno 1 anno ed è in regola con i pagamenti degli impegni associativi. È possibile scaricare la lettera di attestazione, già compilata e pronta per l’utilizzo, accedendo all’area riservata del Tesseramento Online CSI, dall’apposito link che le affiliate troveranno in alto nella pagina. Nella stessa Area riservata, le affiliate potranno scaricare anche i propri documenti societari necessari, se presenti in piattaforma. Per ogni informazione è possibile contattare il numero verde 800 608 398 e la mail infoemergenzacovid19@creditosportivo.it 
scarica lettera con indicazioni da CSI

 
Older Posts »
Loading

Clicca sull'immagine per ingrandirla