Orari Segreterie
FAQ Decreto Rilancio
18 Maggio 2020

L’Ufficio giuridico-fiscale del CSI, in questa sezione, risponde alle domande più frequenti dal territorio associativo. La pagina è in continuo aggiornamento. Per domande, informazioni o suggerimenti scrivere a fiscale@csi-net.it – giuridico@csi-net.itaccedi alla sezione:https://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4446

 
MUTUI LIQUIDITA’ per ASD e SSD
18 Maggio 2020

Le ASD e le SSD, iscritte al Registro CONI o alla Sezione parallela CIP e regolarmente affiliate agli Enti di Promozione Sportiva da almeno 1 anno, potranno quindi accedere direttamente dall’home page del sito www.creditosportivo.it a una sezione dedicata alle misure di sostegno collegate all’emergenza epidemiologica COVID-19 e compilare il modulo online. I finanziamenti, come già anticipato, sono a tasso zero e senza garanzie della durata massima di 6 anni, da un importo minimo di 3 mila euro a un massimo di 25 mila euro e comunque in misura non superiore al 25% dell’ammontare dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio o rendiconto approvato. Tra i documenti richiesti è prevista la lettera di attestazione da parte dell’Ente di Promozione Sportiva che l’ASD o l’SSD è affiliata da almeno 1 anno ed è in regola con i pagamenti degli impegni associativi. È possibile scaricare la lettera di attestazione, già compilata e pronta per l’utilizzo, accedendo all’area riservata del Tesseramento Online CSI, dall’apposito link che le affiliate troveranno in alto nella pagina. Nella stessa Area riservata, le affiliate potranno scaricare anche i propri documenti societari necessari, se presenti in piattaforma. Per ogni informazione è possibile contattare il numero verde 800 608 398 e la mail infoemergenzacovid19@creditosportivo.it 
scarica lettera con indicazioni da CSI

 
14 Maggio 2020
 
Oltre 7,5 milioni per aiutare le società sportive
06 Maggio 2020

Oltre 7,5 milioni per aiutare le società sportive 

Il Piano triennale 2020-22 per lo Sport, approvato oggi dal Consiglio regionale e messo a punto dall’assessore Fabrizio Ricca, prevede un capitolo da 7 milioni e mezzo di euro di misure straordinarie per fronteggiare le situazioni di grande criticità provocate alle associazioni sportive dall’emergenza sanitaria in corso e aiutare la ripartenza del settore con un’attenzione particolare alle piccole realtà e all’attività giovanile, in modo da scongiurarne la chiusura definitiva.

“Il bando per i contributi legati all’emergenza sarà velocissimo, lo metteremo online già tra 15 giorni“, ha garantito Ricca, che ha specificato che “4 milioni saranno destinati a coprire spese vive come bollette, affitti e stipendi e per sopperire alla mancanza di liquidità causata dall’emergenza. Inoltre, ad ogni associazione sportiva sarà dato 1 euro simbolico in più per ogni atleta tesserato. Altri 2 milioni e 200.000 euro saranno destinati all’adeguamento degli impianti, incluse le palestre, perché lo sport riguarda tutti. Altissima anche l’attenzione dedicata agli atleti disabili”.

Ricca ha anche chiarito che alcuni fondi sono stati reperiti da capitoli che erano stati programmati per grandi eventi che non ci sono stati, come i mondiali di sci, mentre non è ancora stato toccato il capitolo per il Giro d’Italia, in attesa di sapere se l’evento verrà riprogrammato.

“Lo sport – ha rimarcato l’assessore – deve ripartire. Siamo certi che questo intervento straordinario sul 2020 potrà dare shock positivo importante al settore”.

Nel complesso, il Piano triennale si sviluppa su quattro assi d’intervento: impiantistica e promozione sportiva, sport tradizionali, tutela e promozione delle attività delle società storiche del Piemonte, sport invernali olimpici e paralimpici. Per la prima volta tratta insieme attività sportive e impiantistica e si rivolge al 36,2% dei piemontesi che praticano sport e alle 12.500 società sportive attive sul territorio, numeri che la Regione vorrebbe incrementare con azioni contro l’abbandono della pratica da parte dei giovani, attenzione ai disabili, incentivi per fare sport anche al di fuori degli impianti.

 
Rilevazione associazioni e società sportive CSI
06 Maggio 2020


Cari amici, il Centro Sportivo Italiano ritiene che il vero nucleo dello sport in Italia sia rappresentato dalle associazioni e società sportive che ogni giorno vivono al fianco dei più giovani, dei più piccoli, dei più fragili, di tutti coloro che desiderano un’esperienza sportiva umana, significativa, di valore.

Quelle società che animano oratori e parrocchie, fanno rinascere i quartieri, accolgono tutti, aiutano le persone a stare bene e che, troppo spesso, non sono sotto la luce dei riflettori, ma fanno, tutti i giorni, bene al cuore degli atleti e delle atlete.

Come Centro Sportivo Italiano vogliamo essere al fianco di queste associazioni nella delicata fase della ripartenza, dopo che la pandemia ha bloccato tutte le attività sportive. Il Governo sarà chiamato a fare la sua parte e il CSI continuerà a dirlo, ma crediamo che, prima di tutto, saremo noi sportivi a dimostrare spirito di squadra, capacità di reagire, creatività, desiderio di fare sistema. Vogliamo, per questo, immaginare anche un tempo nuovo per promuovere sport, in cui saranno importanti nuovi e diversi servizi.

Per avere una fotografia più fedele della realtà, chiediamo alle società sportive di compilare il questionario (che trovate nell’area riservata della società) entro il 10.05.2020, così da poter essere pronti a costruire, tutti insieme, lo sport del futuro, quello che serve le persone prima di qualsiasi altro interesse, quello che rende unico il nostro Paese.

 
Da ICS in arrivo i mutui liquidità
06 Maggio 2020

inanziamenti a tasso zero, garanzie al 100% dal Fondo di garanzia; durata 6 anni. Nei prossimi giorni le Ssd e le Asd potranno accedere al finanziamento dal sito dell’ICS nella sezione dedicata alle misure di sostegno legate all’emergenza Covid-19

L’Istituto del Credito Sportivo, come anticipato al Csi nel corso di S Factor dal suo presidente Andrea Abodi, ha previsto in favore delle Associazioni Sportive Dilettantistiche e delle Società Sportive Dilettantistiche iscritte al registro CONI o alla Sezione parallela CIP da almeno un anno – ai sensi del decreto Legge 8 aprile 2020, n. 23 – la concessione di finanziamenti, destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza COVID-19, con le seguenti caratteristiche:

·         importo: da un minimo di 3.000 Euro a un massimo di 25.000 Euro, nella misura massima consentita del 25% del fatturato dell’ultimo bilancio o delle entrate dell’ultimo rendiconto (in entrambe i casi, almeno 2018), regolarmente approvati dalla società o dalla associazione;

·         durata: 6 anni, dei quali 2 di preammortamento e 4 di ammortamento; 

·         pagamento prima rata: dopo i 2 anni di preammortamento;

·         tasso d’interesse: totale abbattimento degli interessi per l’intera durata del finanziamento, da parte del Fondo Contributi Interessi – Comparto Liquidità;

·         garanzia: 100 % del finanziamento da parte del Fondo di Garanzia – Comparto Liquidità

Il prodotto, unitamente a tutte le specifiche e alla documentazione necessaria, sarà reso disponibile non appena concluso l’iter formale del Decreto Ministeriale, già sottoscritto dal Ministro Spadafora, che definisce i criteri di funzionamento del Fondo di Garanzia – Comparto Liquidità, ai sensi dell’art.14 del Decreto Liquidità. La Banca dello Sport in collaborazione con l’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio, sono al lavoro per rendere accessibile l’opportunità ai soggetti interessati nel più breve tempo possibile.

Nei prossimi giorni quindi le Ssd e le Asd potranno accedere alla richiesta di finanziamento direttamente dall’homepage del  sito dell’ICS www.creditosportivo.it nella sezione dedicata alle misure di sostegno collegate all’emergenza epidemiologica Covid-19, compilando il modulo online.

Occorrerà, tra i documenti da allegare, presentare una lettera di attestazione da parte dell’Ente di Promozione Sportiva di riferimento che l’Ssd o Asd è affiliata da almeno 1 anno ed è in regola con i pagamenti degli impegni associativi. 

Da giovedì 7 maggio, sarà a disposizione presso il numero verde 800 608 398 e la mail infoemergenzacovid19@creditosportivo.it dedicati all’iniziativa, per fornire le necessarie informazioni e gli adeguati supporti ai soggetti interessati.

Il CSI, ne darà tempestiva comunicazione, seguendo con attenzione le misure governative finanziabili dal Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia e del Fondo Contributi Interessi in gestione all’Istituto per il Credito Sportivo, che andrà ad erogare mutui – senza garanzie e a tasso 0 – destinati alla base del mondo sportivo, che in questo drammatico momento sta affrontando enormi difficoltà.


 
« Newer PostsOlder Posts »
Loading

Clicca sull'immagine per ingrandirla